RETI SOLIDALI

reti-solidali

Torneo Nazionale di Calcio Solidale

I^ edizione

Roma

26-28 maggio 2016

 

RETI SOLIDALI è il primo torneo nazionale di Calcio Solidale e coinvolgerà per la prima volta la Rete che si è costituita il 17 aprile 2015 a Roma.

RETI SOLIDALI è l’evento sportivo, culturale e aggregativo grazie al quale le diverse realtà che “fanno calcio nel sociale in Italia” potranno incontrarsi, confrontarsi e mescolarsi direttamente su un campo da gioco, luogo elettivo della propria attività quotidiana.

RETI SOLIDALI sostiene un’idea di Calcio quale “lingua” comprensibile a tutte e a tutti, in grado di abbattere barriere fisiche, linguistiche e culturali per innescare processi di riscatto sociale, divenendo esperienza di uguaglianza, laboratorio di integrazione e partecipazione collettiva.

RETI SOLIDALI è “calcio integrato” (dunque aperto alla partecipazione di ragazze/i con disabilità); è “calcio misto” (quindi aperto alla partecipazione di ragazze e ragazzi, nell’ottica delle pari opportunità di genere); è “calcio interculturale” (partecipato dalle realtà di calcio anti-razzista nate in questi anni a livello cittadino e nazionale).

CALCIO SOLIDALE inFEST 2016

Primo Festival Nazionale del Calcio Solidale

  • calendar26-27-28 maggio 2016
  • mapCinecittà Studios – Roma

Il 26-27-28 maggio a Roma, presso Cinecittà Studios , si terrà “CALCIO SOLIDALE inFEST 2016 – Primo Festival Nazionale del Calcio Solidale”.
L’evento promosso da Fondazione Roma Solidale onlus in collaborazione con Roma Capitale e la Rete del Calcio Solidale, avrà un programma ricco e articolato e troverà un suo punto fermo nella prima edizione di “TERZO TEMPO – FilmFestival del Calcio Solidale”, al quale parteciperanno cortometraggi e lungometraggi (fiction e documentari) che trattino il tema “CALCIO SOLIDALE, INCLUSIONE, PARTECIPAZIONE”, rappresentando il legame virtuoso tra pratica sportiva, inclusione di persone vulnerabili e benessere del territorio.

segui il festival

CALCIO SOLIDALE

Il Calcio rappresenta un potente passe-partout, una “lingua” comprensibile a tutte e a tutti, ovunque, in grado di parlare alla testa e al cuore, di radicare in profondità valori e sentimenti, in quanto capace di abbattere barriere fisiche, linguistiche e culturali per innescare processi di riscatto sociale, divenendo esperienza di uguaglianza, laboratorio di integrazione e partecipazione collettiva.

CONTATTI